Logo

Cronologia

cosa succedeva nel passato

1877 - 1925
Chamanna Mortèl, piccolo rifugio di pietra, 10 posti. Superficie 17.5 m2, altezza 2.40 m

 

add. 1920
il possesso cambia dalla sezione Bernina alla sezione Rätia del CAS

1926
Chamanna Coaz I, 2385 m slm, 30 posti, 2 livelli, superficie 89 m2, altezza 2.10 m. Costi per la nuova costruzione CHF 42‘000. Illuminazione con lampade a gas. Denominata al primo alpinista sul Piz Bernina (1850) Johann Coaz (1822 – 1918)

1946
Costruzione di un condotto sospeso

1949
Fabbricato aggiunto per un locale d'inverno, per questo 35 posti in totale, costi per il fabbricato aggiunto CHF 31‘000

1951
per la prima volta, si ravvisa dei movimenti della terra causati dal ritiro del ghiacciao

a partire dal 1959
Guardiano: famiglia Clavadetscher

1964
Costruzione della Chamanna Coaz II, 2610 m slm. Architetto: Jakob Eschenmoser. Costruzione con posti letto trapezoidi, 3 livelli, superficie 173.5 m2. Altezza 2.10 m. Costi CHF 206‘000. Illuminazione con lampade a gas, telefon a onda ultracorta
Demolizione della Chamanna Coaz I

Le parole dell'architetto all'inaugurazione della Chamanna Coaz II: "Alcuni saranno sorpresi dall'estrosità di questa capanna. Quello che c'è oggi è il risultato degli sforzi per un rifugio proprio per questo luogo e per questo scopo... Probabilmente, la forma speciale, un po' compatta sorge nel desiderio di creare un simbolo non solo per la comodità dei visitatori però anche per la misura. Volevamo costruire una capanna che rimane una capanna."

1982
Allargamento della Chamanna Coaz II. Architetto: Jakob Eschenmoser, fabbricato con 2 livelli, costi CHF 422‘000; illuminazione con corrente d'energia solare

a partire dal 2000
Guardiano: Alois Kunfermann

2002
Rinnovo della cucina

a partire dal 2003
Impianto di diverse palestre di roccia

fino al 2007
Miglioramento dei sentieri, nuovi ponti

a partire dal 2017
Guardiano: Ruedi und Ursula Schranz

2017
Allargamento dell'impianto fotovoltaico

2018
Rinnovo del condotto d'acqua